Disabilità Intellettiva

Il servizio START si rivolge a persone con Disabilità Intellettiva, dai 18 ai 65 anni, con l’obiettivo generale di garantire il fondamentale diritto ad una ‘vita adulta’, di qualità, partecipata ed inclusa nella comunità, con il maggior livello di autodeterminazione possibile.

Gli obiettivi vengono perseguiti attraverso attività assistenziali, educative e a-riabilitative, di sostegno psicologico erogate da un’èquipe multidiscipinare composta da medici, psicologi, infermieri, educatori, terapisti della riabilitazione, operatori socio-sanitari e addetti all’assistenza di base.

Il servizio è organizzato in un percorso assistenziale differenziato, sia residenziale che diurno, in varie tipologie di accoglienza, Centri diurni riabilitativi, Residenze Sanitarie assistenziali per Disabili (RSD), Comunità Alloggio Protette per disabili (CAP), Appartamenti Assistiti, Appartamenti per la Vita Indipendente, che si diversificano per sia per livelli di supporto e di intensità assistenziale.

Il modello scientifico di riferimento è quello cognitivo comportamentale in quanto supportato da linee guida nazionali e internazionali che sottolineano evidenze di efficacia nelle disabilità intellettive tali da raccomandarne l’utilizzo anche da parte del Consiglio Superiore della Sanità.

Il nome START è stato scelto per riferirsi al fatto che l’ingresso di un assistito in uno dei servizi per la disabilità intellettiva, non vuole rappresentare l’evento definitivo della sua vita ma, anzi, deve costituire un punto di partenza, un momento in cui egli può dare avvio al proprio, personale, cammino verso autonomia di vita e benessere.