30
AGO
2013

SERVIZIO CIVILE REGIONALE 2013-2014

by :
comment : Off

SERVIZIO CIVILE REGIONALE

REGIONE TOSCANA

ISTITUTO PRIVATO DI RIABILITAZIONE “MADRE DELLA DIVINA PROVVIDENZA” DEI PASSIONISTI DI AGAZZI (AR)

DESCRIZIONE DEI PROGETTI

Il progetto “FIT FOR LIFE – ALLENATI PER LA VITA” ha la finalità di promuovere la salute, lo sviluppo personale e l’inclusione sociale di giovani con minori opportunità attraverso lo sport. Lo sport infatti veicola importanti apprendimenti di vita come il saper vincere e perdere, comportarsi lealmente, essere parte di un gruppo, cooperare, avere leadership, disciplina e lavorare duramente per raggiungere un obiettivo così come l’incremento e/o mantenimento di livelli di benessere fisico e psicologico. Per questi motivi nel progetto, lo sport per i giovani è considerato non solamente un mezzo per vincere ma anche e soprattutto uno strumento educativo per prepararsi alla vita e per stare bene. Ciò è vero particolarmente per i giovani con minori opportunità che, per una serie di motivi (disabilità, differenza di etnia, disagio familiare, problemi psichiatrici), hanno bisogno di sostegni speciali per lo sviluppo della propria identità, delle proprie competenze sociali, delle capacità di far fronte ai problemi quotidiani e di opportunità e accessibilità allo sport e alle attività motorie in generale.

Negli spazi individuati verranno svolte attività sportive diversificate rivolte prevalentemente ai bambini e adolescenti con  disabilità (arti marziali, roller, avviamento al calcio, pallavolo, pallacanestro, ecc… ) oltre ad attività di tempo libero come l’uso di apparecchi multimediali tipo x-box, playstation, kinect, musica, teatro e  attività educative come il sostegno ai compiti scolastici, laboratori di apprendimento alle abilità sociali e alla cooperazione tra pari, laboratori di cucina, attività propedeutiche al lavoro).

E’ proprio in tale sede che saranno impegnati i servizi civilisti che permetteranno grazie  alla loro  presenza di aumentare le possibilità di presa in carico di un maggior numero di bambini adolescenti con disabilità oltre a fornire una qualità migliore dei vari servizi (accoglienza, aiuto staff, trasporti).

 

Il progetto “DIVENTO GRANDE… DURANTE NOI!”  ha la finalità di dare una risposta significativa in termini di percorsi di ‘educazione all’autonomia e preparazione alla  vita indipendente’ nei confronti di persone con disabilità intellettiva e disturbi dello spettro autistico a partire dall’età giovane adulta (15-25 anni).

Tutto lo sviluppo e la crescita del bambino può essere visto come un graduale passaggio dalla dipendenza verso l’autonomia che diviene completa quando il bambino diviene adulto e cittadino a tutti gli effetti, soggetto e oggetto di diritti, capace di lavorare e di avere rapporti paritari con gli altri. Molte conquiste però, soprattutto nell’ambito dell’autonomia esterna, sono difficilmente raggiungibili in ambito familiare soprattutto quando tale problema viene posto in adolescenza, momento in cui i ragazzi con disabilità, così come gli altri adolescenti, iniziano a manifestare desiderio di distacco dei genitori e mal sopportano le loro richieste. Al tempo stesso anche per i genitori riconoscere e accettare che i loro figli stiano diventando grandi è spesso difficile e tale processo va in qualche modo sostenuto.

Il tema quindi dell’educazione all’autonomia assume allora un particolare risalto nell’età adolescenziale e nella giovane età adulta.

Con il progetto  Divento Grande si intende organizzare un percorso di progressiva autonomia e qualità di vita attraverso alcune attività promosse all’interno di centri diurni e contesti comunitari: -Apprendimenti alla gestione della CURA DI SE’ E VITA DOMESTICA (lavarsi, vestirsi, regolare bisogni fisiologici, cucinare, riassettare ambienti e effetti personali, fare compere)  -Apprendimenti alle attività di VITA COMUNITARIA (uso del telefono, del computer –mail, social web-, abilità sociali semplici e complesse funzionali alla vita comunitaria –salutare, presentarsi, ringraziare, scusarsi, mantenere una distanza adeguata, conversare), dell’Uso dei negozi e servizi (supermercati, uffici postali, negozi, ecc..), della Mobilità (sia come pedone che nell’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblici, orientamento, ecc…), della Conoscenza e uso del denaro (riconoscimento, valore, conteggio, resto, previsioni di spesa, ecc..), -Apprendimenti alla gestione del TEMPO LIBERO (sport, teatro, danza, musica, arte), -Apprendimento alle attività di LAVORO (sono previste quindi attività di ‘prova in situazione’ all’interno dei contesti lavorativi (bar, azienda agricola, ristorante pizzeria, ditta orafa) così come attività di apprendimento dei pre-requisiti professionali (attenzione, stare seduti, seguire minime regole di convivenza) all’interno di stanze apposite dei centri diurni.

 

SEDE DI SVOLGIMENTO DEI PROGETTI

I Progetti si svolgeranno nelle sedi e strutture dell’Istituto di Riabilitazione “Madre della Divina Provvidenza” di Agazzi (AR).

 

INFORMAZIONI

Per informazioni sui Progetti e domande sulle attività previste, contattare Fabrizio Giorgeschi (335 6206925fgiorgeschi@istitutoagazzi.it).

 

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Per partecipare alle selezioni dei Progetti, inviare

– all’indirizzo start.istitutoagazzi@pec.it o qualita.istitutoagazzi@pec.it

OPPURE

– con posta raccomandata a Istituto di Agazzi – Servizio Civile Località Agazzi 47, 52100 Arezzo

OPPURE

– consegnando a mano a Fabrizio Giorgeschi, Barabara Pastore o Nicola Scapecchi

 

i seguenti documenti:

a) Allegato 1 e Allegato 2 (scaricabili dal sito della Regione Toscanahttp://www.regione.toscana.it/documents/10180/70906/fac simile domanda_nuovo.doc/44d7e962-cf06-404a-b06a-cafecdbc20cf) correttamente compilati.

b) Curriculum Vitae

c) Fotocopia di un documento di identità

 

Verrete successivamente contattati per fissare la data e l’orario del colloquio di selezione.